Attività Formativa

PDFStampaE-mail

Il Master in "Cybercrime e informatica forense" è strutturato in due parti:

  • una parte formativa che prevede gli interventi in aula tenuti da docenti universitari ed esperti ICT che presenteranno le loro esperienze professionali;
  • una parte applicativa che prevede lo svolgimento di un project work, al fine di applicare le competenze professionali acquisite.

Una serie di seminari e/o convegni promossi dal Master costituiranno parte integrante del percorso di formazione complessivo. Sarà inoltre cura della struttura del Master promuovere ricerche, studi e collaborazioni con industrie, enti ed Università in tutti i campi in cui sia fondamentale garantire un alto livello per la sicurezza informatica.

 

La formazione in aula

L'apprendimento delle conoscenze e delle capacità durante il percorso formativo del Master in "Cybercrime e informatica forense" è basato su differenti metodologie didattiche. Durante le giornate di formazione si alterneranno:

  • Didattica frontale tipica delle lezioni tradizionali;
  • Analisi assistita dal docente di casi di studio significativi;
  • Seminari/Conferenze di carattere generale o riguardanti orientamenti specifici, che non siano già coperti dall'offerta didattica relativa agli orientamenti di base;
  • Presentazione di esperienze professionali manageriali/legali;
  • Test ed eventuali giornate di verifica e discussione delle conoscenze acquisite attraverso le verifiche periodiche di apprendimento anche mediante courseworks.

Le conoscenze progressivamente sviluppate sono verificate periodicamente durante le lezioni, ma trovano momenti formali di controllo in occasione dei test di verifica a fine corso.
I test mirano a valutare non solo il grado di conoscenza ma anche l'abilità degli allievi ad applicare le conoscenze acquisite nella soluzione di problemi operativi. Le verifiche formali sono concordate con il docente del corso in apposite sessioni all'interno del periodo dedicato alla didattica e sono valutate ai fini del conseguimento finale del Master.

La formazione a distanza

L'offerta formativa del Master in Cybercrime e informatica forense trova un ulteriore arricchimento nella piattaforma di e-learning Moodle.

Moodle ha lo specifico obiettivo di garantire una piattaforma informatica integrata che, con un insieme di servizi e contenuti formativi nel campo della sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche, possa gestire i rapporti tra i diversi soggetti che ruotano attorno ai Master. La piattaforma Moodle dei Master si presenta come un ambiente virtuale in cui gli allievi, i docenti, i responsabili degli orientamenti, lo staff possono interagire attivando processi di comunicazione e apprendimento a distanza. Moodle è dunque un luogo virtuale ad accesso riservato, punto di aggregazione degli allievi, degli ex-allievi, dei docenti, dei partner e dello staff dei Master.

Gli allievi del Master possono:

  • Accedere al materiale di supporto per l’apprendimento;
  • Partecipare alle esercitazioni personalizzate predisposte all’interno di ogni corso;
  • Partecipare a forum di discussione di interesse specifico per i corsi;
  • Scambiare messaggi con tutti i partecipanti accreditati a Moodle;
  • Gestire on-line i rapporti con lo staff del Master ed i responsabili degli orientamenti;
  • Trovare le risposte alle domande più ricorrenti.

Inoltre, su Moodle è possibile trovare le informazioni aggiornate sui modi, tempi e sedi in cui si svolgeranno le lezioni del Master, oltre all’indicazione sulle competenze in ingresso e in uscita fornite mediante la frequenza ai singoli corsi.

Il Project Work

Il project work rappresenta per gli studenti la necessaria sintesi applicativa delle conoscenze acquisite nel periodo formativo in aula. Il lavoro, concordato con il Consiglio Didattico Scientifico, sarà predisposto dallo studente con il supporto di un docente esperto della tematica, sarà svolto a partire dal terzo periodo in cui si articola la didattica e verrà discusso come una tesi di laurea secondo quanto stabilito dal Regolamento Didattico di Ateneo. Non dovrà necessariamente contenere risultati originali, ma dovrà, comunque, essere di interesse aziendale ed essere attinente ad approfondimenti teorici ed operativi riguardanti il campo di interesse di uno o più corsi del Master.

Gli studenti professionisti operanti in aziende private o pubbliche potranno eventualmente coinvolgere l’ente o l’azienda presso la quale lavorano, stipulando un’apposita convenzione con il Master.

Agli uditori non saranno richiesti lo sviluppo del project work e la sua conseguente discussione.

I crediti Formativi

Per il conseguimento del titolo di Master lo studente deve avere acquisito almeno 60 crediti formativi universitari (CFU) per un impegno totale di 1500 ore.

Essi sono ripartiti come segue:

  • 46 CFU mediante superamento con profitto delle prove di esame sulle discipline;
  • 14 CFU mediante lo svolgimento del project work, la presentazione e la discussione dell'elaborato scritto in un'apposita cerimonia, dinanzi ad una commissione finale.

L'offerta didattica complessiva consiste in almeno 400 ore di didattica frontale mediante lezioni in aula, laboratori didattici e seminari/conferenze. Le rimanenti ore, fino al completamento di 1500 ore saranno dedicate dal partecipante allo studio individuale ed allo svolgimento del project work, al termine del quale verrà prodotto un elaborato scritto.

Partendo dalla suddetta offerta formativa, la frequenza ad ogni corso d'aula è obbligatoria per l'80% della durata complessiva (le giornate di mancata frequenza devono comunque essere recuperate nell'ambito dell'offerta didattica complessiva). Per le giornate integrative (o sostitutive) la frequenza può essere realizzata anche a distanza mediante strumenti di e-learning.

Dei CFU conseguiti con il Master, in applicazione della legge 30 dicembre 2010 n. 240, fino a 12 saranno riconosciuti per la Laurea Specialistica (tale valutazione è a discrezione del Consiglio di Corso di Laurea​ che dovrà valutare il caso specifico).

L’acquisizione dei crediti relativi ai singoli corsi presuppone il superamento di verifiche periodiche, specificamente predisposte.