Approcci agili per il Project Management

Lunedì 18 Aprile 2011 PDFStampaE-mail

La cultura del project management ha visto negli ultimi anni una ampia diffusione, in tutti i settori del business, così come in molte organizzazioni della pubblica amministrazione. Tuttavia l’approccio tradizionale al Project Management, che si rifà tipicamente al mondo dell’ingegneria, è basato su assunti che non sempre sono rispondenti a realtà diverse. Sempre più infatti ci si confronta, in particolare nel settore ICT, con progetti dai requisiti instabili, così come sempre più spesso è instabile lo stesso contesto organizzativo nel quale i progetti vengono realizzati. I tempi di progetto possono essere molto ristretti, con un ordine di grandezza di settimane piuttosto che mesi, perché il time-to-market è in molti settori una necessità per la sopravvivenza del business. Altri fattori di complessità sono dati dal team di progetto, che per effetto della globalizzazione dell’economia, può essere “virtuale”, ovvero geograficamente dislocato, e dalla velocità con la quale cambiano anche le tecnologie sulle quali si basa una soluzione.
In particolare, nel settore ICT sono sempre più spesso applicati metodi agili per lo sviluppo software: eXtreme Programming,  DSDM, Scrum, ecc.
In questo contesto, pur restando gli approcci tradizionali del Project Management un valido riferimento, è necessario sviluppare nuove modalità da applicare a delle situazioni in continua evoluzione.


Dove

Aula Seminari, Dipartimento di Informatica (terzo piano), Via Salaria 113 - Roma

Quando

18/04/2011 - ore 17.00-19.00

Agenda

Ore 17:00 - Approcci agili per il Project Management - Barbara Filosto - Responsabile dell'area Metriche e Qualità del SW nella funzione “Sistemi Informativi” di Poste Italiane S.p.A.