Cybercrime e Informatica forense: errori, professionalità e ambiti di applicazione

Martedì 28 Aprile 2015 PDFStampaE-mail
TITOLO:
"Cybercrime e Informatica forense: errori, professionalità e ambiti di applicazione"

DATA:
martedì 28/04/2015

LUOGO:
Dipartimento di Informatica
aula Alfa, piano terra
Via Salaria 113 - Roma

ORARIO:
ore 16.00

 

ABSTRACT:
Il settore della Cybercrime e dell’informatica forense ha destato e continua a motivare grande interesse anche dal punto di vista mediatico.
Questa sovraesposizione del tema ha generato profili di competenza, spesso autodidatti, privi di una professionalità ben definita e integrata, esponendo gli attuali pseudo-esperti a errori di natura tecnico-informatica e giuridica con effetti di influenza sociale, a carattere principalmente reputazionale, su persone, su aziende e sulle pubbliche amministrazioni.
La tavola rotonda vuole aprire un discorso sul tema del Cybercrime e dell’informatica forense da un nuovo punto di vista di integrazione multidisciplinare tra esperti del mondo informatico, giuridico e psicologico su problemi di imperizia, di professionalità e di ambiti di applicazione attuale e futura della competenza sul cybercrime e sull’informatica forense.
CHAIRMAN:
Luigi V. Mancini
Professore Ordinario di Informatica, presso il Dipartimento Informatica e Vicepreside della  Facoltà di Ingegneria dell'Informazione, Informatica e Statistica,  dell’Università di Roma "La Sapienza”. Fondatore e  Membro attuale dei Comitati Scientifici dei Master in Sicurezza Informatica e IT Governance del Dipartimento di Informatica. Docente e Academic Advisor per vari enti governativi su temi di network and information security, public key infrastructure, authentication protocols, and computer privacy. Consulente tecnico della Procura della Repubblica di Roma.
DISCUSSANT:
Antonio Apruzzese
Dirigente Superiore della Polizia di Stato, è Direttore del Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni. Già impegnato per anni in prima persona nel contrasto della criminalità comune ed organizzata, coordina attualmente le unità specializzate della Polizia che combattono il crimine informatico e la pedofilia  online, concorrendo nelle attività di prevenzione di  attacchi alle reti informatiche ed alle infrastrutture critiche informatiche nazionali.
Massimo Bernaschi
Dirigente Tecnologo presso l’Istituto per le Applicazioni del Calcolo (IAC) “M. Picone” del C.N.R., dove è responsabile dell’attività tecnico-scientifica dell’”Area Tecnologica”. È Professore di Programmazione di Sistema (corso di laurea in Informatica) presso l’Università di Roma “La Sapienza” e di Digital Forensics nei master delle Università di Roma “La Sapienza” e Modena. Dall’IBM ha ricevuto due Outstanding Technical Achievement Awards. È security advisor e auditor per organizzazioni private e pubbliche e svolge regolarmente attività di revisione e valutazione di progetti europei; è consulente per le principali procure e tribunali italiani; è responsabile dello sviluppo del SAPE, Sistema per l’Analisi dei Portafogli di Emissione di titoli del Debito Pubblico in uso presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Giuseppe Corasaniti
Studioso tra i più esperti di problemi giuridici della comunicazione e dell'informatica e di Diritto informatico. Svolge la funzione di Sostituto Procuratore Generale della Procura generale della Repubblica presso la Corte Suprema di Cassazione.  È autore di numerosi studi in tema di libertà e diritti fondamentali e comunicazione interattiva. Ha svolto un ruolo importante nella elaborazione della Direttiva Europea Ipred2 in materia di tutela penale della proprietà intellettuale e in materia di tutela del consumatore nelle comunicazioni.
Isabella Corradini
Psicologa sociale e del lavoro, criminologa, è esperta in psicologia applicata al benessere e alla sicurezza aziendale, sia nell’ambito della safety che della security. E' Presidente del Centro Ricerche Themis, specializzato su tematiche della sicurezza con approccio interdisciplinare. Consulente per primarie aziende e pubbliche amministrazioni italiane, è docente in master universitari e corsi specifici in materia di safety, security, comunicazione e reputazione.
Corrado Giustozzi
Docente sulla sicurezza delle informazioni e divulgatore scientifico. Membro  (2010-12 e 2012-15) del Permanent Stakeholders' Group dell'Agenzia dell'Unione Europea per la Sicurezza delle Reti e delle Informazioni (ENISA); componente (2015-17) del Comitato Direttivo del Clusit. Collabora con il ROS (Raggruppamento Operativo Speciale) dell’Arma dei Carabinieri nello svolgimento di attività investigative e di contrasto della criminalità informatica e del cyberterrorismo. È stato componente dell'Osservatorio per la Sicurezza Nazionale istituito presso il Centro Militare di Studi Strategici (Ce.Mi.S.S.) del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD).
Onofrio Strignano
Dottore di ricerca in Organizzazione dei Sistemi Informativi, è psicologo e docente di Psicologia dell’organizzazione e dei processi decisionali. Membro del Comitato Esecutivo e Coordinatore della Didattica dei Master in Sicurezza Informatica e IT Governance del Dipartimento di Informatica de La Sapienza di Roma. Esperto in analisi organizzativa e influenza sociale nella comunicazione, “human factors in information systems”, “awareness of information security”. E’ stato docente per le Scuole Superiori della Polizia Tributaria, della Polizia di Stato, dell’Interno, della Pubblica Amministrazione, dell’Economia e della Finanza.
Sono invitati a intervenire, inoltre, membri degli Ordini Professionali degli Ingegneri, degli Avvocati e degli Psicologi, oltre che esponenti del settore investigativo dei vari corpi di Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.